costruiamo insieme la tua brand identity

Philosophy

Conosci te stesso (γνῶϑι σεαυτόν) era la scritta che si ergeva sulla facciata del tempio di Apollo a Delfi. Fu ripresa in prestito da tutti i filosofi e grandi pensatori della Grecia e della Roma antiche, ed è ancora attuale. È un concetto applicabile anche alla vita del tuo brand e alla sua identità: prima di tutto occorre che tu sappia chi sei e cosa vuoi comunicare di te stesso agli altri. Non è un concetto banale, ma allo stesso tempo è estremamente concreto, basta farsi le giuste domande. Ed eccole qua:

  • Qual è lo scopo principale della tua attività?
  • Perché ti sei cimentato in questo ambito?
  • Se fossimo in teatro, che tipo di pubblico avresti davanti?
  • Di cosa hanno bisogno i consumatori del tuo prodotto/servizio?
  • Cosa ti differenzia maggiormente dai tuoi competitor?

Identifica il tuo pubblico

A chi ti rivolgi principalmente? Questo può essere un quesito non semplice a cui rispondere. Occorre conoscere bene il tuo pubblico target, le sue esigenze principali e come la tua azienda può soddisfarle. Può esserti utile provare a ribaltare le domande in negativo. Ad esempio:

  • Di cosa non si occupa la tua azienda?
  • A quale pubblico non si rivolge?

Alla fine dei conti, quello che importa è conoscere gli schemi, per poterli stravolgere e uscirne. Distinguiti dalla concorrenza per offrire qualcosa di nuovo, che il tuo mercato ancora non ha.

Naming

Scegli il nome adatto per la tua attività. Anche qui, occorre una buona dose di originalità e innovazione. Ma l’elemento forse più importante è l’identificazione: è fondamentale, infatti, che la scelta del nome rimandi immediatamente al tipo di prodotto o di servizio offerti. Sarebbe opportuno che il dominio coincidesse con il nome dell’azienda, quindi occorre sceglierlo con molta attenzione.

Come ti chiami?

Image

L’aspetto estetico del tuo brand è in assoluto la prima cosa che salta, appunto, all’occhio del pubblico. Le scelte di stile e di design che farai andranno ad identificare visivamente la tua attività dandole una personalità unica e distinguibile fra le altre. Il dato più importante in questo ambito è la coerenza: l’immagine _il cosiddetto visual branding_ deve infatti essere perfettamente in linea con la filosofia del brand.

Dell’originalità abbiamo già parlato, ed anche la scelta dell’abito da far indossare al tuo brand richiederà una buona dose di creatività e fantasia. Occorre che il tuo aspetto non assomigli a quello di nessun’altro, altrimenti andresti subito ad imbatterti in qualche competitor, magari più forte di te.

L’immagine del brand offline deve essere in linea con quella online. Non aggrapparti con le unghie e i denti alla tua vecchia insegna solo per pigrizia: il tuo brand merita una nuova voce e un nuovo aspetto, con la cura dei dettagli nella scelta dei colori, del font e delle immagini correlate.

Come ti presenti in pubblico?

Tone of Voice

Come hai intenzione di parlare ai tuoi attuali o potenziali clienti? Quale stile pensi si adatti di più alle loro abitudini? Come comunicano fra di loro? Conoscere tutte queste variabili ti permetterà di essere davvero puntuale nella comunicazione di quello che offri ai tuoi clienti, perché parlerai solo ai diretti interessati. 

La sottile differenza fra la voce e il tono di voce di un brand non è in realtà così sottile. La voce del brand è identificabile come la parola in sé, ovvero ciò che si vuole comunicare. Questo deve restare sempre uguale a se stesso indipendentemente dal canale o dal contesto della comunicazione. Il tono di voce, invece, è il modo in cui la stessa parola viene pronunciata, e lo stesso concetto viene esplicitato: in sostanza, il tuo stile comunicativo.

Come parli alla tua audience?